top of page
IMG_5941.jpeg

GP LAS VEGAS: SHOW DI VERSTAPPEN E LECLERC


Una gara ricca di sorpassi ha regalato uno spettacolo avvincente, evocando atmosfere tipiche delle competizioni Indycar su ovali, dove gli scambi di posizioni sono così frequenti da diventare la norma. Nonostante una penalità di 5 secondi, Max Verstappen ha trionfato a Las Vegas, portando a casa il suo diciottesimo successo in 21 gare. Una vittoria prevedibile, considerando il dominio costante della Red Bull-Honda.


Una nota interessante è che Sergio Perez si è assicurato il secondo posto nel campionato, diventando il vice campione del mondo e contribuendo a creare una situazione inusuale per la Red Bull, con entrambi i suoi piloti nelle prime due posizioni della classifica generale, una situazione mai verificatasi nemmeno durante l'era di Sebastian Vettel e Mark Webber.


A Las Vegas, la vittoria di Verstappen è stata messa in discussione fino agli ultimi giri grazie a una prestazione eccezionale di Charles Leclerc su una Ferrari sorprendentemente competitiva. Nonostante una partenza non perfetta da parte di Leclerc, Verstappen è riuscito a approfittarne, anche se il primo giro è stato segnato da una manovra tipica di Verstappen alla prima curva, evitando di sterzare correttamente e portandosi fuori pista insieme a Leclerc.


Il campione del mondo ha ignorato la richiesta del team di restituire la posizione a Leclerc, anche quando gli è stata proposta come condizione o di scontare la penalità di 5 secondi, che è stata poi eseguita durante il primo pit-stop. Nonostante questo, Verstappen è riuscito a recuperare, sfruttando una seconda sosta durante l'intervento della safety-car per detriti in pista.


Il duello tra Verstappen e Leclerc è stato spettacolare, con Leclerc che ha gestito magistralmente la gara ma alla fine ha dovuto cedere posizioni a Verstappen e Perez. Sergio Perez, nonostante partisse a metà schieramento e fosse coinvolto nel caos della prima curva, ha compiuto una notevole rimonta, favoreggiato anche dalla seconda safety-car.


La Ferrari ha mostrato un'ottima prestazione a Las Vegas, e se non fosse stata per una penalità ingiusta di dieci posizioni inflitta a Carlos Sainz, la squadra avrebbe potuto ottenere risultati ancora migliori. Sainz, comunque, ha dimostrato determinazione, piazzandosi sesto al traguardo e contribuendo a ridurre il divario di punti con la Mercedes nella classifica costruttori.


Esteban Ocon ha impressionato con una corsa aggressiva, guadagnandosi il suo miglior piazzamento stagionale dopo il terzo posto a Montecarlo. Lance Stroll ha confermato la sua forma con il quinto posto consecutivo per la Aston Martin-Mercedes, mentre la Mercedes ha perso punti cruciali a causa di un errore di George Russell.


In conclusione, una gara avvincente e piena di colpi di scena, che ha visto Verstappen trionfare ma anche altri piloti emergere con prestazioni di rilievo.




© Cavalieri Garage & Co.

Comments


bottom of page